L’Obama di San Sebastiano … gemellaggio tra Washington e Barcellona pozzo di Gotto

L’Obama di San Sebastiano
… gemellaggio tra Washington e Barcellona pozzo di Gotto
 
 

Oggi, dopo una lunga ed estenuante campagna elettorale che ci ha ammorbato i “cabbasisuli” per più di un anno, Barack Obama si è finalmente  insediato alla Casa Bianca; mandando a casa il vecchio presidente George W “se parli ti bombardo” Bush e dando il via alla prima presidenza U.S.A. da parte di un uomo di colore (cosa – a mio dire – irrilevante perchè da che mondo e mondo non sono né il sesso né il colore della pelle a fare di una persona una brava persona… tanto meno un bravo leader, comunque c’è di positivo che peggio del vecchio presidente è difficile fare).

Casualmente, la tradizione vuole che l’insediamento del presidente U.S.A. avvenga il 20 gennaio data che per i “Baccialunisi” significa “Festa di S. Sebastiano”, santo patrono della città.

A Barcellona Pozzo di Gotto, c’è un’espressione molto particolare: “fari u brazzu i San Sebastianu” (fare il braccio di S. Sebastiano), che se te la dicono …significa che per fare una cosa semplice hai fatto un casino della madonna. Devo dire che questa espressione si lega parecchio bene all’elezione del presidente degli Stati Uniti d’America, perché, diciamolo chiaro è tondo: quell’uomo sarà anche il leader più potente del mondo … ma per eleggerlo ti fai un paio di palle grosse come boe di segnalazione.

grandi elettori;

primarie;

secondarie;

candidati fantoccio;

ballottaggi

… e finalmente, dopo 1 anno di campagna elettorale (… dico, mica 1 mese …. 1 anno, come cazzo fai a sopportare di vedere tribune politiche per un anno di fila), si riduce la scelta ai due candidati politicamente più corretti (secondo criteri che danno da mangiare ai mass media)… ed infine passano la palla ai cittadini, che nel bene o nel male fanno la loro scelta (sempre nella speranza che non si smarriscano voti o altro).

Beh…. questa procedura corrisponde perfettamente al profilo del braccio di S. Sebastiano; pensa un po’ a noi italiani che per scegliere il nostro Presidente della Repubblica ci affidiamo ai 645 ladroni (… pensa te, non lo scelgiamo neppure noi) che dopo due o tre sedute parlamentari fatte di insulti, sputi, slogan da stadio e scenette alla Vanzina brothers … alla fine scelgono la persona che meno romperà le scatole durante i suoi 7 anni di nullafacenza (vedi Giorgio Napolitano, che è un ottimo esempio di come il PdR alle volte non solo non serva a nulla, ma non voglia servire a nulla).  

 

Comunque, oggi si apre una nuova era …. O almeno questo è quello che voglio sperare ed allora non c’è che da essere ottimisti e sperare che a fine festeggiamenti anche il caro Obama possa venire in Piazza S. Sebastiano e festeggiare coi “baccialunisi” … lui la sua elezione ….. e noi il nostro santo patrono !!!!!

 

 

* NB: la prima volta che ho provato a caricare questa foto mi è saltato il PC; secondo me era la CIA che non riusciva a  capire il significato della parola "giaurrina" !!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 Responses to L’Obama di San Sebastiano … gemellaggio tra Washington e Barcellona pozzo di Gotto

  1. Tadd ha detto:

    Mi sa che la CIA ce l’ha ancora con te, io la foto non la vedo!Altrimenti mi sa che ce l’ha con me!

  2. Maelus ha detto:

    … la seconda che hai detto !!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...