La storia del mio matrimonio: capito 1 la data/il locale

La storia del mio matrimonio
(nb, scusate la citazione di Svevo):
capito 1 la data/il locale
 
 
 

Salve a tutti lettori del blog, sono passati  parecchi mesi dal mio ultimio post e di cose ne sono successe davvero tante, per esempio io mi sono sposato e – forse anche per questa ragione – il tempo da dedicare ad internet si è notevolmente ridotto; cosa volete … si sa che all’amor non si comanda e poi metter su un matrimonio non è mica una roba da poco.

In primo luogo c’è il problema della scelta del luogo del ricevimento: lo sapete che scegliere il luogo del ricevimento è ancora più importante che scegliere la Chiesa, il parroco ed anche il giorno delle stesso delle nozze ? Ed infatti io e la futura sposa  – intorno al 4 di luglio del 2009 –  prima siamo andati dal parroco che ci ha detto “per me il giorno va bene (avevamo optato per un sabato di Maggio 2010), ma quelli del locale che dicono ?Ma come – rispondo io a padre Cazzula – mi sta forse dicendo che prima che chiedere a lei devo  chiedere al ristoratore ? La cucina vince sul sacramento ?”. E così, inizia un lungo pellegrinaggio da un locale all’altro dovo, più o meno mi rispondono tutti la stessa cosa “Non è possibile, tutti i sabati (lo so che anche al plurale si scrive con la O finale, ma vai anche a fare una lezione di grammatica al ristoratore) da ora al 2015 li abbiamo prenotati, perciò vedete di scegliere un’altra data”.

Così, calendario alla mano, io e la mia futura sposa abbiano iniziato a sfogliare tutte le possibili soluzioni tra cui:

il 2 Novembre (non era possibile perchè i fiorai avevano tutti altri impegni);

il 25 dicembre (non era possibile perchè tutti i parenti erano già impegnati, ed anche i parroci)

il 6 gennaio (non era possibile perchè mia moglie mi ha minacciato di chiedere il divorzio)

il 25 aprile (non e possibile perchè  ritenevo paradossale andare ad impegnarmi per la vita proprio il giorno dedicato alla liberazione)

e così siamo giunti a scegliere una data che da li a poco sarebbe stata battuta anche da altre coppie i 1 giugno (un martedì), ma visto e considerato che il giorno dopo sarebbe stata festa della repubblica alla fine aveva la stessa incidenza di un sabato .

Scelta la data siamo tornati dal parroco che dopo aver segnato l’appuntamento sulla sua agenda ci ha congedati in attesa di ricevere tutta la documentazione necessaria (della quale vi parlerò nel capitolo 2).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Entertainment. Contrassegna il permalink.

One Response to La storia del mio matrimonio: capito 1 la data/il locale

  1. Tadd ha detto:

    Non mi ricordavo di padre cazzula!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...